Gestire lo scompenso cardiaco | Keep It Pumping

Gestire lo scompenso cardiaco

Oltre ai farmaci, il tuo medico potrebbe suggerirti di modificare il tuo stile di vita. Leggi di seguito alcuni suggerimenti per aiutarti a gestire al meglio la tua patologia.

 

Ridurre i liquidi

Il corpo di una persona affetta da scompenso cardiaco spesso trattiene più liquidi di quanto sia in grado di gestire. Questo fenomeno è detto "ritenzione idrica". Il tuo medico potrebbe consigliarti di bere meno per contribuire a ridurre l'accumulo di liquidi.

Di norma non dovresti assumere più di 2 litri (meno di 8 tazze) di liquidi al giorno, incluse tutte le bevande, i cubetti di ghiaccio e i cibi contenenti acqua, come frutta e gelato.

Poiché potresti anche dover assumere un diuretico, è possibile che tu abbia spesso sete. Cerca di pesarti tutti i giorni per monitorare la tua ritenzione idrica in modo più efficiente.

 

Il rischio rappresentato dal sale

Consumare cibi con un contenuto ridotto di sale è molto importante per chi è affetto da scompenso cardiaco. Il sale (sodio) induce il corpo a trattenere l'acqua. Se il corpo si riempie di liquidi più del dovuto, il cuore fatica di più a pompare il sangue correttamente. Ne consegue che i liquidi si accumulano nel corpo.

Ecco perché è importante non aggiungere sale ai cibi. Cerca di sostituire il sale con erbe aromatiche e spezie, che contribuiscono a dare sapore ai cibi in modo più salutare.

Dovresti anche cercare di evitare i cibi preparati con molto sale. Leggi le etichette riportate sulle confezioni per controllarne il contenuto. Se consumi 3 pasti al giorno, cerca di assumere 500-1.000 mg di sale per ciascun pasto. Alcuni cibi ricchi di sale sono:

  • pane
  • minestre
  • formaggi
  • salumi
  • cibi pronti
  • cibi in scatola, come i fagioli
  • noccioline salate
  • condimenti per insalate

 

Una dieta sana è fondamentale

Una dieta sana inizia con le decisioni che prendi riguardo all'alimentazione. Scegli alimenti sani quando ti rechi al supermercato. Puoi continuare a uscire a cena e mangiare sano: devi solo prestare attenzione.

Chiedi consiglio al tuo medico su come condurre uno stile di vita sano. Potresti renderti conto che pasti più piccoli e più frequenti ti aiutano. Digerire piccole quantità di cibo può affaticare meno il corpo e il cuore.

 

Non fumare e limita il consumo di alcol

Se ti è stato diagnosticato uno scompenso cardiaco è importante non fumare.

Le persone con scompenso cardiaco dovrebbero anche limitare il consumo di alcol. Bere troppo alcol può aumentare la pressione sanguigna e causare problemi. Alcune persone con scompenso cardiaco devono evitare totalmente le bevande alcoliche.

 

Fare movimento e attività fisica

Come tutti gli altri muscoli, il cuore può trarre vantaggio dall'attività fisica. Anche solo fare una breve passeggiata può essere utile. Se non sei in grado di camminare, ci sono altri modi per mantenere uno stile di vita attivo. Prima di iniziare un programma di attività fisica, parlane con il tuo medico per assicurarti che non presenti alcun pericolo per la tua salute.

Comincia con calma. Anche una piccola quantità di esercizio fisico può aiutarti a sentirti meglio. L'attività fisica ti aiuta a rafforzare il cuore, che può così pompare il sangue correttamente. L'esercizio fisico ti aiuta anche a controllare il tuo peso e la pressione sanguigna.

Quando mantieni uno stile di vita attivo, il cervello segnala al corpo di rilasciare sostanze chimiche che ti fanno sentire meglio. L'attività fisica può aiutarti a conservare l'ottimismo e a raggiungere nuovi obiettivi!

 

Conservare le energie

È importante ascoltare il proprio corpo. Le persone con scompenso cardiaco dicono di avere una quantità limitata di energia, come una batteria. È buona cosa pensare alla quantità di energia che hai e cercare di programmare come utilizzarla durante il giorno. Dai la priorità alle attività più importanti per te.

 

L’importanza del supporto

Avere persone che ti supportano può aiutarti a condividere le responsabilità decisionali e a formulare programmi. Questo aiuta a sentirsi padroni della propria vita.

Il tuo team di supporto può includere i medici che ti seguono, il tuo caregiver principale, i tuoi amici e familiari, ma anche altre persone che frequenti regolarmente.

Potresti incontrare altre persone che, come te, soffrono di scompenso cardiaco. La condivisione di altre storie può offrirti un aiuto prezioso per convivere con la tua patologia. Parla di come ti senti in modo aperto e sincero. È importante aiutare gli altri membri del tuo team a comprendere come ti senti e l'esperienza che stai vivendo. Questo li aiuterà ad assisterti meglio.